DĂ©cembre 31, 2020
Par Bure Bure
188 visites


Visita notturna da POMA a sostegno di Bure

Letto su Rebellyon

In seguito all’appello per un’azione decentralizzata contro la società del Rhone-Alpes POMA – subappaltatore del progetto di interramento delle scorie nucleari a Bure – racconto di una visita notturna nella fabbrica di Gilly-sur-Isùre.

Nella notte tra domenica 29 e lunedì 30 novembre 2020, siamo andat*, noi alcun* compagn*, per salutare la società POMA a Gilly sur Isùre. Il giorno prima era stato lanciato un appello a azioni decentralizzate sul sito enfouissons-poma.info. Questo era in seguito a un altro appello alla mobilitazione: quello delle associazioni locali della Mosa e dell’Alta Marna.

Nonostante la nostra distanza geografica, il nostro sostegno alla lotta a Bure ù incondizionato. E la sorpresa, nell’apprendere il coinvolgimento di POMA – questa azienda famosa nella regione – in questo sporco business nucleare, ha rapidamente ceduto il passo alla volontà di agire.
Muniti di qualche sciocchezze e di un modesto striscione, siamo andat* a decorare la facciata di una delle fabbriche dell’azienda e abbiamo cercato di sigillare il suo cancello.

Per i lavoratori e le lavoratrice di POMA, la nostra rabbia non ù diretta contro di voi, ma contro le scelte dei vostri leader e le attività nucleari della vostra azienda. Attività sulle quali sono attenti a non comunicare. Si vergognerebbero un po’? Partecipare a nascondere le scorie della nostra società nucleare non ù in linea con l’immagine della piccola e verde azienda familiare? Che peccato. Intendiamo continuare a infangare questa facciata fino a quando la verità non sarà ampiamente conosciuta e POMA non cesserà la sua attività nucleare. Speriamo che altri gruppi si uniscano a noi


https://enfouissons-poma.info/Appel-a-actions-FR

25/12/2020




Source: Bureburebure.info