Janvier 29, 2018
Par Non Fides
196 visites


Nel 2010, due ondate di perquisizioni e di procedimenti multipli legati a dei numerosi attacchi (incendiari e non), di volta in volta legati, slegati, ed associati nel quadro di un’istituzione tentacolare, sono arrivati a reprimere la fase offensiva di lotta contro la macchina dei fermi e delle espulsioni dei sans-papiers che aveva aumentato la sua intensità dopo l’incendio del centro di detenzione di Vincennes da parte degli stessi reclusi il 22 giugno 2008. Dopo la caduta dei campi d’imputazione più pesanti, e dopo anni di procedimenti pieni di incoerenze e palesemente portati avanti per giustificare misure di sorveglianza, controlli giudiziari e carcerazioni preventive, dieci compagni e compagne si ritrovano in questo momento convocati di fronte alla giustizia. Un primo processo che chiamava in causa quattro persone, di cui tre erano state incarcerate nel 2011, ha avuto luogo nel giugno 2017. Una di loro è stata rilasciata, gli altri tre hanno preso 4 mesi con la condizionale e 500 euro di ammenda per imbrattamento in concorso (delle tag) e rifiuto di fornire il DNA. Uno di loro ha fatto ricorso in appello contro questa sentenza e tornerà quindi a processo prossimamente.


In Italiano




Source: